LA FORMAZIONE CONTINUA DEGLI ADULTI 

 

L'Istituto per la Coesione Sociale ISCOS ha per obiettivo centrale quello di operare nel vasto campo della cultura e delle scienze umane e sociali avviando molteplici attività rivolte alla ricerca, allo studio e alla formazione permanente degli adulti.

Formazione continua e lavoro

Nella società competitiva contemporanea la chiave d’accesso al mondo del lavoro è costituita dal bagaglio di conoscenze e competenze acquisito nel corso della vita lavorativa. Sempre di più il costante aggiornamento professionale e l’arricchimento di conoscenze, cognizioni, tecniche professionali, rappresentano il requisito indispensabile per l’accesso, la permanenza e il rientro nel mondo del lavoro. Il velocissimo processo di sviluppo delle nuove tecnologie legate ai cicli produttivi sintetizzato nella sigla “Industria 4.0” rende necessaria l’acquisizione di know-how informatici e di processo per evitare di essere travolti dal vorticoso cambiamento in atto. Infine, il perseguimento di un costante percorso di formazione professionale consente a chi si trova temporaneamente escluso dal mercato del lavoro di cogliere le opportunità che verranno offerte dai nuovi sistemi di reclutamento e reinserimento nel mondo del lavoro.


Formazione linguistica e integrazione

ISCOS intende fornire ai cittadini stranieri che arrivano in Italia un valido strumento atto a favorirne la più rapida integrazione con la comunità nazionale. In questo senso, ISCOS eroga un servizio di supporto linguistico agli stranieri che non conoscono la lingua italiana. La lingua è il mezzo imprescindibile per poter immaginare una convivenza proficua per gli stranieri in Italia e per permettere a questi ultimi di inserirsi nel mondo del lavoro e nel contesto sociale in modo dignitoso. Per questa ragione, ISCOS promuove corsi di lingua italiana a stranieri garantendo l’acquisizione delle certificazioni linguistiche necessarie a tale scopo.

 

Corsi attivi


> CORSO ABILITANTE PER GESTORE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO <

Il corso di alta formazione universitaria, della durata di 50 ore, è rivolto a professionisti iscritti all'albo degli avvocati, dei notai e dei dottori commercialisti ed esperti contabili - sez. A (L. 27.1.2012, n. 3; D.M. 24.9.2014, n. 202, art. 4, comma 6). Garantisce l'acquisizione di tutte le competenze prescritte dalla normativa vigente ed è abilitante ai fini dell’iscrizione nell'Elenco dei Gestori della crisi da sovraindebitamento tenuto dal Ministero della Giustizia. 

Il corso è altresì valido quale aggiornamento biennale per i Gestori già iscritti nell'Elenco ministeriale.   

Il corso è erogato dalla Università IUL - Università Telematica degli Studi (accreditata MIUR con D.M. 02/12/2005 e interamente partecipata da Indire e Università degli Studi di Firenze), in partnership con ISV Group e ISCOS.

> Leggi di più <


> CORSO INTENSIVO DI FORMAZIONE PER EDUCATORE SOCIO-PEDAGOGICO <

Il Corso intensivo di Formazione – 60 CFU di Educatore professionale socio-pedagogico nasce in ottemperanza a quanto stabilito dal DDL 2443 del 2017, che disciplina, tra le altre, la professione di educatore professionale socio-pedagogico e definisce in via transitoria i criteri per l’attribuzione della relativa qualifica.

L’educatore professionale socio-pedagogico è un professionista che svolge funzioni intellettuali con propria autonomia scientifica e responsabilità deontologica, con l’uso di strumenti conoscitivi specifici di tipo teorico e metodologico, per la progettazione, programmazione, intervento e valutazione degli esiti degli interventi educativi e supervisione, indirizzati alla persona e ai gruppi, in vari contesti educativi e formativi, per tutto il corso della loro vita, nonché con attività didattica di ricerca e di sperimentazione.
L’educatore professionale socio-pedagogico rientra nel livello di conoscenze, competenze e abilità e opera nelle aree di professionalità del VI livello del Quadro europeo delle qualifiche (QEQ).

> Leggi di più <


> CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE (L-19) <

Il Corso di Laurea triennale in “Metodi e tecniche delle interazioni educative” (classe L-19 – Scienze dell’Educazione e della Formazione) si rivolge principalmente ai docenti e a coloro che vogliono lavorare nel mondo dell’istruzione, dell’educazione e della formazione professionale.

Al termine del percorso di studi, i laureati possono intraprendere attività come educatore e animatore socio-educativo nelle strutture pubbliche e private, come formatore, istruttore o tutor nei servizi di formazione professionale e continua, nelle imprese e nelle associazioni di categoria. Possono inoltre svolgere attività come educatori negli asili nido e nelle comunità infantili, nei servizi di sostegno alla genitorialità, nelle strutture prescolastiche, scolastiche ed extrascolastiche, e nei servizi educativi per l’infanzia e per la preadolescenza.

La laurea triennale classe L-19 in Scienze dell’Educazione e della Formazione attribuisce la qualifica di EDUCATORE PROFESSIONALE SOCIO-PEDAGOGICO necessaria per lavorare nei servizi per l’infanzia dalla nascita fino a 3 anni (nido, micronido, sezione primavera).

> Leggi di più <


> CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN SCIENZE DELL'EDUCAZIONE DEGLI ADULTI E DELLA FORMAZIONE CONTINUA (LM-57) <

Il corso di laurea magistrale classe LM-57 in Scienze dell’Educazione degli Adulti e della Formazione Continua attribuisce la qualifica di PEDAGOGISTA.

Questo corso di laurea prepara specialisti nella progettazione, erogazione e valutazione di attività formative ed educative nel settore del lifelong learning e dell’aggiornamento professionale. Al termine del percorso di studi di durata biennale, lo studente potrà spendere le proprie competenze in agenzie e in enti di formazione professionale che forniscono servizi alle imprese oppure nei servizi per l’impiego, in organismi culturali e del Terzo Settore o, infine, nell’ambito delle Risorse Umane all’interno di strutture pubbliche o private. Il corso prepara inoltre alle professioni previste nella classificazione Istat degli “Altri specialisti dell’educazione e della formazione”, con particolare riferimento a docenti della formazione e dell’aggiornamento professionale ed esperti della progettazione formativa e curricolare. Tali professioni orientano anche giovani e adulti nella scelta dei percorsi di istruzione e di collocamento sul mercato del lavoro. Con il conseguimento del titolo, inoltre, gli studenti acquisiscono competenze per offrire consulenza, assistenza e sostegno al personale docente e direttivo in materia di didattica e di programmi, oltre che per insegnare la teoria e la tecnica delle discipline artistico-figurative, musicali, della lingua italiana e straniera. 

> Leggi di più <


> CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN SCIENZE MOTORIE (L-22) <

Il Corso di Laurea triennale in “Scienze Motorie, pratica e gestione delle attività sportive(Classe L-22) si prefigge di permettere ai laureati di:

  • conoscere le basi biologiche del movimento e dell’adattamento all’esercizio fisico in relazione a caratteristiche specifiche: intensità e durata dell’esercizio, età e genere del praticante, condizioni ambientali in cui l’esercizio è svolto;
  • conoscere le tecniche motorie a carattere preventivo, compensativo, adattativo e le tecniche sportive per essere in grado di trasmetterle in modo corretto al praticante, con attenzione alle specificità di genere, età e condizione fisica;
  • conoscere le tecniche e le metodologie di misurazione e valutazione dell’esercizio fisico e saperne valutare gli effetti;
  • conoscere la biomeccanica dei movimenti al fine di attuare programmi di allenamento o di rieducazione motoria;
  • conoscere le tecniche e gli strumenti utili per il potenziamento muscolare, essendo in grado di valutarne l’efficacia e di prevederne l’impatto sulla costituzione fisica e sul benessere psico-fisico del praticante;
  • possedere le conoscenze e gli strumenti culturali e metodologici necessari per condurre programmi di attività motorie e sportive a livello individuale e di gruppo;
  • essere in possesso di conoscenze psicologiche e sociologiche di base per poter interagire con efficacia con praticanti in funzione di età, genere, condizione sociale, sia a livello individuale che di gruppo, con particolare riferimento al nesso che esiste tra sport ed età evolutiva;
  • possedere le basi pedagogiche, psicologiche e didattiche per trasmettere, oltre che conoscenze tecniche, valori etici e motivazioni adeguate per promuovere uno stile di vita attivo e una pratica dello sport leale e esente dall’uso di pratiche e sostanze potenzialmente nocive alla salute, servendosi di una alleanza costruttiva tra scuola, famiglia e associazioni in relazione alle discipline sportive;
  • possedere conoscenze di base giuridico-economiche relative non solo alla gestione delle diverse forme di attività motorie e sportive, nell’ambito delle specifiche competenze professionali, ma anche riferibili ai saperi necessari per la gestione manageriale di strutture e organizzazioni a vocazione motoria e sportiva;
  • essere in grado di utilizzare almeno una lingua dell’Unione Europea, oltre l’italiano, allo scopo di consentire la comunicazione internazionale nell’ambito specifico di competenza.

L’acquisizione delle competenze relative alle aree di apprendimento sopra indicate sono verificate, come previsto dal Regolamento del CdS, su base disciplinare, alla fine dei singoli corsi (lezioni, seminari, laboratori).

In considerazione della necessità di fornire un’adeguata formazione a coloro che sono impegnati sia in termini agonistici che non agonistici in discipline sportive, è opportuno collocare parte dell’offerta formativa verso la formazione di figure professionali che siano in grado di gestire, promuovere ed organizzare strutture sportive, anche in una prospettiva internazionale. L’alta formazione universitaria rappresenta per gli atleti un’importante opportunità di qualificazione, per il raggiungimento di abilità professionali adeguate a trasmettere i valori dello sport e a garantire una formazione sportiva a futuri discenti, nella fase di abbandono da parte degli sportivi della loro carriera agonistica.

> Leggi di più <